Al momento stai visualizzando Le nuove frontiere del web nel 2023

Le nuove frontiere del web nel 2023

Se non si investe seriamente nel web si rischia di non esistere. È un assioma che, nel 2023, dovrebbe essere ormai dato per acquisito ma c’è ancora chi si ostina a non voler migliorare la propria identità digitale. Ma se per certi versi c’è una certa ostinazione, per alcuni settori, a non voler seguire la transizione digitale, bisogna considerare i trend che, sicuramente, nel 2023 continueranno la loro crescita. Eccone almeno tre.

L’intelligenza artificiale, ovviamente

Si deve partire necessariamente da qui, dall’intelligenza artificiale. Con il fatto che, oggi, si possono creare testi con un click, c’è stato un vero e proprio boom di contenuti realizzati da macchine e non da umani. Non staremo qui a dire se siano migliori gli uni o gli altri. Sicuramente, però, c’è da riflettere su questo aspetto. Perché se da un lato, in un mondo che va sempre più veloce e dove i carichi di lavoro aumentano sempre di più, avere un testo pronto in pochi secondi è sicuramente un vantaggio, dall’altro si mette in discussione il ruolo dei copywriter e dei contenuti scritti da umani.

Il dibattito ha già provveduto alla nascita di migliaia di post online sui social, di numerosi articoli di approfondimento e di giudizi più o meno netti, a seconda del proprio modo di pensare. Se si volesse analizzare solo questa situazione, si potrebbe comprendere come, ormai, l’intelligenza artificiale sia diventata un trend a tutti gli effetti.

Verso una informazione sempre più settoriale

Parlando sempre nel campo dell’informazione – che, poi, insieme alla condivisione di post sui social network, è uno dei motivi principali per cui una persona è sul web -, si sta avviando sempre più verso siti che trattano particolari tematiche.

Portali ad hoc, realizzati e pubblicati possibilmente da esperti del settore, che cercano un proprio piazzamento nel mare magnum del web. I campi interessati sono davvero dei più disparati: si possono trovare informazioni dettagliate per scoprire il divertente casino online di Bwin o anche i risultati, con relativa telecronaca, delle partite di serie inferiori e così via.

Vuoi perché Google sembra che stia preferendo siti tematici, vuoi perché in questo modo si possono fare i giusti approfondimenti su un argomento specifico, ma la tendenza è quella di realizzare siti non generalisti.

I social continueranno la loro crisi?

Il mondo ‘Meta’ sta portando alla perdita di milioni di euro a Zuckerberg, Facebook sta quasi scomparendo (almeno sulla carta), Instagram sta soffrendo la concorrenza di TikTok e gli altri nemmeno se la passano benissimo.

Sì, il mondo dei social network sta attraverso la fase di crisi più imponente degli ultimi anni. L’algoritmo sta penalizzando fortemente i post non sponsorizzati, gli investimenti richiesti sono sempre più alti e, quindi, sembra quasi che gli utenti stiano abbandonando quelle piattaforme.

Al momento sembra difficile che la crisi possa portare a una chiusura di qualche social network anche se, comunque, nel mondo di internet mai dire mai. Staremo a vedere cosa succedere in tutti i mesi restanti del 2023.

Lascia un commento